LiveNews_2019LivePuglia_2019ReportPhoto_2019

[Report&Foto] Il doppio live di LEVANTE a Barletta e Ostuni lascia il segno: “la musica è lo stretto necessario”

Condividi

Barletta, 7 agosto // Ostuni 8 agosto – Un concerto atteso quello della cantautrice siciliana Levante, al secolo Claudia Lagone, al Fossato del Castello di Barletta, mercoledì 7 agosto. Dopo due anni è tornata in Puglia “terra meravigliosa” come l’ha definita: “finalmente sono tornata” e ringrazia per la calorosa accoglienza.

Foto: FilomenaGiorgino©2019

Una cosa è subito balzata agli occhi, oltre un mini abito laminato oro, firmato da Marco de Vincenzo e corredato di una maxi giacca, sfida alle temperature estive e dei tacchi non indifferenti indossati con estrema eleganza, è il rapporto idilliaco che ha con il suo pubblico, quasi amicale, pubblico per lo più femminile, ma anche molti ragazzi presenti. Le sue canzoni sono inni di protesta, in cui tutte ci ritroviamo per una ragione o per l’altra. Dalla canzone più “spensierata” a quella più “impegnata” c’è alla base sempre un sentimento che ha mosso l’autrice e che la fa avvicinare ancor di più al suo pubblico partecipe e incontenibile, sì perché già dalle prime canzoni in scaletta non ha resistito e si riversato nei pressi del palco.

Il pubblico accompagna in coro tutte le canzoni in scaletta, a eccezione delle “briciole” come la stessa Levante le ha definite, tratte dall’album “Magmamemoria” non ancora pubblicato, ma dal quale ha estratto già due pezzi molto forti uno è “Andrà tutto bene”: un insieme di quello che di spiacevole accade nel nostro paese e al contempo un invito ad aprire occhi e orecchie, a tenere alta la guardia e sperare e credere che nonostante tutto, la nostra vita possa andare per il meglio. Altro estratto è “Lo stretto necessario”, canzone opera d’arte che dipinge con immagini emblematiche l’amore incondizionato per la sua Sicilia, “un brano che appartiene a ognuno di voi perché ognuno ha bisogno dello stretto necessario” così l’annuncia Levante.

Foto: FrancescoCuoccio©2019

Un tour molto importante questo che dal 10 luglio sta portando la cantautrice in giro per le arene storiche più belle d’Italia, con canzoni “vecchie”, miscelate a quelle che saranno il futuro. Perché l’album di cui si conosce la tracklist non è ancora uscito ma Claudia come una novella Pollicino lascia per strada delle “briciole”, una di queste è sicuramente “Questa è l’ultima volta che ti dimentico”, titolo che sicuramente i fan più attenti riconoscono, perché è il titolo anche del secondo romanzo pubblicato dalla cantautrice lo scorso anno per Rizzoli. Il primo romanzo “Se non ti vedo non esisti” del 2017 dà il titolo a un altro brano tratto dal nuovo lavoro, terza chicca in anteprima è proprio la title track Magmamemoria; “un manifesto, una canzone pregna di ricordi e di sogni”, confida Levante.

Foto: FilomenaGiorgino©2019

Il legame stretto tra passato e futuro, tra origini e destinazioni fa da collante di tutta la scaletta che ospita canzoni come “Abbi cura di te”, “Alfonso”, “Ciao per sempre”, “Non me ne frega niente”, “Gesù cristo sono io”, “Pezzo di me”. Durante il live più volte Claudia chitarra in braccio ha accompagnato i brani più melodici, più volte ha ringraziato i suoi musicisti Lorenzo Giusiano ai cori, Lucia Sacerdoni al violoncello, Ruggero Mastrolorenzi alla viola, Enrico Catale al violino, Tommaso Belli al violino, Alessandro Refice alle tastiere, Eugenio Odasso alle chitarre. “Tantissime persone fanno questo spettacolo, ci tengo a dire i loro nomi perché sono importanti e ci rendono fortunati nel fare questo lavoro, grazie”.

Foto: FrancescoCuoccio©2019

Un ringraziamento speciale al pubblico: “questo è uno dei motivi per cui faccio fatica a stare lontana dal palco, perché è così potente ciò che riuscite a regalarci”, sui saluti Levante ricorda l’appuntamento al Forum di Assago il 23 novembre.

MARIANGELA CUSCITO

Scaletta: Cuori d’artificio, Nuvola, Diamante, Ciao per sempre, Se non ti vedo non esisti, 1996 La stagione del rumore, Come quando fuori piove, Io ti maledico, Duri come me, Memo, Caruso Pascoski, Sbadiglio, Pose plastiche, Io ero io, Abbi cura di te, Questa è l’ultima volta che ti dimentico, Non me ne frega niente, Di tua bontà, Le lacrime non macchiano, Gesù Cristo sono io, Magmamemoria, Tutti i santi giorni, Lasciami andare, Andrà tutto bene, Pezzo di me, Alfonso, Lo stretto necessario

Photoset di BARLETTA by: Francesco Cuoccio

Photoset di OSTUNI by: Filomena Giorgino

Si ringrazia l’Ufficio Stampa di OTR Live e NEW MUSIC PROMOTION per la disponibilità al servizio e la perfetta organizzazione dell’evento.

pubblicità
Tags
Show More
Back to top button
error: Content is protected !!
Close