LivePuglia 2022News_2022ReportPhoto 2022

Il VIVA! festival si riconferma tra gli eventi più attesi dell’estate pugliese.

Condividi

Anche quest’anno il VIVA! Festival si riconferma tra gli eventi più attesi dell’estate pugliese, da quando la valle d’Itria è diventata il più grande palcoscenico estivo d’Italia.

PASS per i 5 giorni di festival sold out, e grande attesa per le serate di venerdì 5 e sabato 6 agosto.

Lo scenario della Masseria Grofoleo immersa tra gli ulivi e le luci suggestive ad incorniciarla non lasciano dubbi: ci si aspetta che il dancefloor sarà da paura, con alcuni dei live e dj-set degni dei più grossi festival europei.

Avvicinandosi all’area palco durante il dj-set che precede il live di SLOWTHAI nella serata di venerdì, si avverte subito che sta per accadere qualcosa di inaspettato.

È infatti sulle note del primo pezzo che tutti hanno subito capito che la curiosità rispetto a questo artista non sarebbe stata delusa.

Coinvolgente e sfrontato, giovanissimo, si mangia il palcoscenico, dominando la scena a colpi di rap e parolacce, e riesce a far ballare anche i più defilati disinteressati presenti.

Da solo sul palco, interagisce con il pubblico in un modo naturalissmo, e si conferma sicuramente la più bella scoperta di questo venerdì 5 agosto.

Lo segue a ruota Hunee, dj di origini coreane ma trapiantato a Berlino, che non ha altro compito che infuocare il dancefloor e lo fa con magistrale esperienza spaziando fra techno, acid, house, disco, afro e boogie in rapida successione.

Ed è proprio quando ormai si inizia a perdere la cognizione del tempo che sul palco accanto a lui compare Floating Points, che si sovrappone e si inserisce nel set e guadagna la consolle.

Neuroscienziato, eclettico produttore, musicista e dj,  Floating Points non delude le aspettative, ma in molti avrebbero voluto vederlo alle prese con uno dei suoi spettacolari live che si muovono fra elettronica e jazz sinfonico, come nel premiatissimo ultimo album “Promises”, eletto migliore album dell’anno dalla critica.

Per questa sera ci regala solo l’ennesimo set tutto da ballare.

La serata di sabato 6 agosto si preannuncia da capogiro, sia per i numeri che per gli artisti: fra tutti Tirzah, Moderat e Jon Hopkins. Biglietti sold out da circa una settimana, 5mila presenze previste.

È palpabile che la situazione sarà molto diversa da quella delle serate precedenti.

Ad anticipare i Moderat sul palco c’è Tirzah, non molto conosciuta cantautrice dai tratti elettronici e introspettivi.

Il suo live risulta molto meno leggibile e leggero rispetto a quello a cui ci aveva abituato il festival nella serata precedente; la matrice delle canzoni è sempre non definita, si muove tra soul, trip-hop ed elettronica, ma ha tratti evanescenti.

Sotto il palco sguardi curiosi a cercare un ritornello che però non arriva. Il talento c’è, ma l’ascolto non è per tutti.

Nessuno si muove da sotto il palco alla fine del live perché manca mezz’ora e stanno per esibirsi i Moderat.

Ormai simbolo della scena elettronica tedesca formato dalla fusione di Modeselektor e dello stimatissimo produttore Apparat, ritornati sulle scene con l’ultimo lavoro More data (anagramma di Moderat 4) dopo l’annuncio dello stop a seguito del precedente MODERAT III, sono forse la band di punta di questa edizione.

Un viaggio di un’ora e trenta che lascia tutti incollati agli schermi che danzano a ritmo di musica, tutto lo show è perfettamente studiato per essere magnetico.

I grandi successi della band sono intervallati dalle tracce del nuovo album, ma tutti restano in attesa di ascoltare la immancabile BAD KINGDOM.

C’è anche qualche chicca estratta dal primo album, LES GRANDES Marches, NUMBER 22, che riportano i fan più sfegatati ai suoni più elettronici della band.

Sarebbe potuto durare di più dice il frontman dal palco, ma Jon Hopkins ha fretta di suonare e i tempi del festival vanno rispettati. Quindi si balla fino alla fine, con A NEW ERROR che chiude questo spettacolare live.

A Jon Hopkins l’ardua impresa di proseguire la serata e continuare a tenere calda l’atmosfera, e ci riesce egregiamente raccogliendo tutti sotto palco e nessuno ormai si permette di abbandonare la pista.

“where are your friends tonight?” dice l’ultimo brano del set, scelto accuratamente fra il repertorio degli LCD SOUNDSYSTEM, ed effettivamente è vero: dove essere se non al VIVA festival stasera?

Inutile dirlo: il VIVA! FESTIVAL si riconferma uno degli eventi di punta dell’estate, con 15mila presenze e due sold out, quello degli abbonamenti e quello della serata di sabato trascinata dai Moderat con 5mila persone a fare festa.

La valle d’Itria è indubbiamente destinata ad ad essere THE PLACE TO Be, e ci dà appuntamento al prossimo anno con un cartellone che nel 2023 non deluderà le aspettative ma è solo destinato ad essere sempre più sorprendente.

We are in Puglia!

FEDERICA CAMPAGNA


Photoset by: DANIELE DI NUNNO


Credits: Si ringrazia il VIVA! Festival per la cortese disponibilità e la perfetta organizzazione.

Show More
Back to top button
error: Content is protected !!