LiveNews_2019LivePuglia_2019ReportPhoto_2019Rock

[Report & Foto] CIGARETTES AFTER SEX e EDITORS accendono i riflettori sul main stage del Medimex 2019 di Taranto

Condividi

“Medimex” Taranto, 7 giugno 2019 – Una voce ipnotica, che ad occhi chiusi si sarebbe attribuita tranquillamente a una donna per via delle sue tonalità. Non dispiace scoprire che chi canta è un uomo Greg Gonzales, voce dei Cigarettes After Sex che riesce a catturare da subito tutti gli accorsi alla Rotonda del Lungomare di Taranto venerdì 7 giugno per la prima serata di concerti targati Medimex.

La band statunitense formatasi nel 2008 in Texas e composta dal tastierista Phillip Tubbs, dal bassista Randy Miller e dal batterista Jacob Tomsky, fonde sonorità pop con quelle elettroniche e strumentali, collocandosi nell’ambient pop. Di cui Brian Eno grande amico del Medimex è pioniere. Tra i brani offerti al pubblico di Taranto “Affection” del 2015, “Apocalypse”, “K”, “Sunsetz” e “Each time you fall in love” dall’album del 2017 che prende il nome dalla band, “New Moon” è tra le più apprezzate dai presenti.

Sonorità non di certo alla portata di tutti, ma la bravura della band risiede proprio nel riuscire a creare un modo tutto proprio di cantare l’amore, senza risultare stucchevole, ma riuscendo a strappare consensi anche da parte di chi non è proprio appassionato del genere, ma che riesce a percepire talento e preparazione tra le mille sfaccettature musicali esistenti.

Le atmosfere si fanno più rock alle 22.30 circa quando il maxischermo proietta la suggestiva copertina di “Violence” e sul palco salgono gli Editors band inglese, formatasi a Stafford nel 2002 composta da Tom Smith, chitarra e voce, Chris Urbanowicz, chitarra, Ed Lay, batteria e Russel Leetch, basso. Sin dai primi brani eseguiti Smith dà sfoggio delle sue doti canore e da vero padrone del palco, interagisce col pubblico anche in italiano, ringraziandoli per la loro presenza e augurandogli buon divertimento.

Si susseguono brani in un crescendo di sonorità che spaziano dall’elettro indie che ha connotato la band sin dagli esordi a sfumature rock, dalla new wave alla dark music con un tocco di pop che non guasta mai. È il caso, tra le altre, dell’incalzante “The racing rats” dall’album “An end has a start” del 2007, secondo pubblicato dalla band britannica. Il concerto aperto da “Violence”, “Blood”, “Papillon” e “Hallelujah (so low)”, prosegue con “Munich”, “Barricades”, “Sugar”.

Tra i brani sicuramente più attesi c’è “A ton of love” tratta da “The weight of your love” del 2013, dove Smith dà il meglio della sua estensione vocale. Per il bis oltre la già citata The racing rats, la band interpreta la ballad “Nothing”, l’attesa “Smokers” e la nuovissima “Frankenstein”. Una prima serata che mette in chiaro le intenzioni degli organizzatori del Medimex, festival internazionale della musica promosso da Regione Puglia e Puglia Sounds coordinato da Cesare Veronico, ovvero offrire uno spettacolo di alto livello, impossibile da dimenticare.

Hanno riscaldato l’atmosfera sul lungomare tarantino Julielle al secolo Giulia Migliore, accompagnata dagli Inude, band affermata nel panorama elettronico europeo e da Le scimmie sulla luna, realtà emergente dell’avanguardia musicale salentina.

MARIANGELA CUSCITO

Photoset by: Alessandro Lonoce

CIGARETTES AFTER SEX

EDITORS

Credits

Si ringrazia l’ufficio stampa del Medimex per la disponibilità al servizio e l’ottima organizzazione dell’evento.

pubblicità
Tags
Show More
Back to top button
error: Content is protected !!
Close