LivePuglia 2020News 2020

Il concerto di PAOLO BENVEGNU’ apre le attività del progetto “HostAria” @ “Museo del Negroamaro” Guagnano – Sabato 4 luglio 2020. Ingresso con prenotazione obbligatoria per normativa anti Covid

Condividi

Il concerto di Paolo Benvegnù dà il via alle attività del progetto “HostAria del Negroamaro”. Sabato 4 luglio 2020, a partire dalle ore 22, nel giardino del Museo del Negroamaro di Guagnano (via Castello, 19) il cantautore milanese, candidato alle Targhe Tenco 2020, presenterà il suo nuovo album dal titolo “Dell’odio e dell’innocenza” (Black Candy Produzioni), uscito a marzo 2020. Si tratta della prima tappa del tour di Benvegnù dopo l’emergenza Covid, ripartenza in ottemperanza delle normative che detteranno alcune regole per il pubblico. Si potrà partecipare al concerto (ingresso 10 euro) con prenotazione obbligatoria al numero 333 252 1123, oppure acquistando il biglietto sulla piattaforma di booking www.eventbrite.com. I posti sono limitati (sono previsti tavolini da due o da tre e un numero limitato di sedie), preassegnati, distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi. Le sedie saranno in prima fila, i fruitori dei tavolini saranno omaggiati di una bottiglia di vino che potranno consumare durante lo spettacolo. Il concerto di Paolo Benvegnù è organizzato dal Circolo Arci Rubik, nell’ambito del progetto “HostAria del Negroamaro”, in collaborazione con Regione Puglia, ARTI Puglia, Comune di Guagnano, Blackcandy Produzioni e Kashmir Music. Il progetto “HostAria del Negramaro”, a cura di Arci Rubik e Comune di Guagnano, è vincitore del bando Luoghi Comuni, iniziativa promossa dalle Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI finanziata con risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020 e del Fondo Nazionale Politiche Giovanili.

Paolo Benvegnù è un chitarrista e cantautore italiano, autore acuto, sensibile e raffinato. Il suo nuovo album dal titolo “Dell’odio e dell’innocenza” (Black Candy Produzioni) è una messa a fuoco di pensieri profondi che ruotano intorno ad un tema contemporaneo con il quale spesso ci si confronta: la frattura tra dimensione umana e dinamiche sociali difficili. Un attrito quotidiano dovuto all’equilibrio o al conflitto, dipende dal punto di vista, tra rabbia e rassegnazione. Il suo stile rifugge le definizioni, non si tratta di indie, non solo di rock, ma di una moderna forma di canzone d’autore. Per queste e altre ragioni, il suo nuovo album è candidato alle Targhe Tenco 2020. Benvegnù è stato il fondatore degli Scisma, punto di riferimento del panorama alternative rock italiano. Dopo lo scioglimento, ha iniziato nuove collaborazioni instaurando un forte legame con la scena artistica di Firenze. Ha un suo studio di registrazione a Prato e, parallelamente alla nuova carriera solista, inizia quella di produttore artistico con tantissimi album lavorati, tra i quali Perturbazione, Terje Nordgarden e Brychan. All’inizio del 2019 è entrato a far parte della famiglia di Black Candy Records, a Firenze, etichetta con la quale a marzo 2020 ha pubblicato l’ultimo album.

Paolo Benvegnù.jpg

Show More
Back to top button
error: Content is protected !!