inediti_2020News_2020VideoClip_2020

Fuori “IN UN ISTANTE”, il singolo d’esordio della nuova band salentina LO SBAGLIO IDEALE

Condividi

Lunedì 20 Luglio è uscito il singolo di esordio “In un istante” della neo band salentina Lo sbaglio ideale. Il brano, distribuito su tutte le piattaforme digitali da CD Baby, prodotto da Gianluigi Giorgino e con il master Pietro Caramelli di Energy Master e l’art director di Benedetta Francioso – in arte Penni Phi -, descrive un ritorno alla felicità e a quel senso di allegria e spensieratezza tipici dell’estate tanto attesa dopo un lungo periodo di chiusura forzata a causa del Covid19.

È una sorta di “hakuna matata” – come dichiara la band – cantato nel celebre cartone animato “Il Re Leone”: una bellissima filosofia di vita che porta a guardare con ottimismo e fiducia al domani, cercando di non dare peso ad esperienze passate che non si possono più modificare.

Tutto questo è espresso nel ritornello che canta “Ti porterò a nuotare, in mezzo a queste onde/ per farti perdere e poi ritrovarti in un istante/ e tu potrai ballare, tra le tue mille angosce/portando via qualsiasi triste, forma, di malinconia”.

Nell’immaginario del singolo, quindi, il mare del Salento è il protagonista che con le sue onde e la sua bellezza aiuta a portare via “In un istante” ogni tipo di problema e malinconia. Un’immagine vivida e presente nel videoclip di “In un istante”, girato e curato da Springo Film, che sarà invece disponibile online su Youtube e sui canali social della band martedì 21 Luglio.


Lo Sbaglio Ideale è un progetto nato nel 2020 dall’incontro di 4 musicisti pugliesi: Giuseppe Caggiula alla voce e chitarra, Andrew Buffo al basso, Giorgio Cacciapaglia alla chitarra e Cristiano Casarano al pad elettronico e alla batteria.

Con un’impronta pop ed elettro-pop si affacciano nel mondo musicale inedito con il primo singolo “In un istante”, brano composto per alimentare lo spirito estivo caratteristico del Salento.
“Lo sbaglio ideale indica un concetto astratto, in quanto se all’inizio pensavamo fosse utopico e quasi impossibile produrre la nostra musica, ci sbagliavamo, in quanto il desiderio di comporre per avere qualcosa di nostro è più forte di qualsiasi paura di mettersi in gioco.

La determinazione e la costanza portano sempre a cose positive” afferma la band spiegando la genesi del nome scelto per presentare la loro musica in giro per l’Italia.


FacebookInstagram

Show More
Back to top button
error: Content is protected !!