LivePuglia_2021News 2021

CHIOSTRI, INCHIOSTRI E CLAUSTRI: “Letture di mezza estate” @ Noci (BA) 29,30,31 luglio e 1° agosto.

Condividi

Giovedì 29 luglio la prima giornata del festival letterario che torna a impreziosire con la cultura e lo spettacolo dal vivo la città di Noci. Prosegue tutti i giorni fino a domenica 1 agosto.

Giovedì 29 luglio, dalle 18,30 in poi, si inaugura la seconda edizione di «Chiostri, Inchiostri e Claustri. Letture di mezza estate», il festival con il quale la città di Noci torna ad essere al centro della cultura libraria pugliese e nazionale.

Tra incontri, presentazioni di libri, reading, concerti, mostre fotografiche, laboratori per ragazzi e degustazioni, saranno 83 gli eventi previsti fino a domenica 1 agosto, nelle location scelte: Largo Sottotenente Rotolo, Largo Spirito Santo, Via Pietro Gioia, Largo Porta Nuova, Chiostro delle Clarisse, Palazzo della Corte, Chiostro San Domenico, Largo Diaz, Palazzo Lenti.

La manifestazione, con la direzione editoriale del senatore Pietro Liuzzi, è organizzata dal Parco Letterario Formiche di Puglia, con il patrocinio del Consiglio Regionale della Puglia, in collaborazione con il Comune di Noci e l’Accademia di Belle Arti di Bari.

Nella segreteria organizzativa anche l’associazione «Lunedì Letterario», le librerie Mondadori Point e «Fatti di Carta», la rassegna «Spillover. Il contagio delle parole».

Tra gli autori di giovedì 29 luglio, Alessandro Laterzaalle 20,15 in Largo Rotolo, presenterà il «Catalogo Laterza 1901-2020», un’edizione speciale riguardante la storica casa editrice pugliese, pubblicata vent’anni dopo la prima.

Per testimoniare come l’impegno di Vito Laterza, al pari di quello del fondatore Giovanni Laterza, è stato portato avanti.

Con problemi, soluzioni e iniziative nuovi, ma sempre con l’obiettivo di selezionare, dare forma, diffondere contenuti culturali di qualità. Con l’editore interverranno Domenico Nisi, Piero Liuzzi e Martino Gasparini.

Alle 21,15, sempre in Largo Rotolo, toccherà all’attore e scrittore romano Daniele Petruccioli, che illustrerà il suo ultimo romanzo «La casa delle madri» (Ed. Terrarossa), con Fausta Demichele.

Una toccante storia familiare in cui Ernesto ed Elia sono gemelli e si inseguono in una specie di lontananza ravvicinata, senza riuscire a toccarsi; Sarabanda e Speedy, i loro genitori, non la smettono invece di allontanarsi. Generazioni che si succedono in case che custodiscono memoria, dove le persone crescono, vivono, muoiono, traslocano.

Alle 22,15, ancora in Largo Rotolo, interverrà il senatore Gaetano Quagliariello per presentare «Strada facendo» (Ed. Rubbettino), con Enrica Simonetti e Daniela Fusillo.

Partendo dall’impresa di un prete, un politico e due giornalisti, che in pieno lockdown intraprendono il Cammino di San Benedetto, l’autore racconta l’Italia di mezzo, ferita da terremoti e spopolamento. Guardando all’uscita dall’emergenza Covid come una straordinaria occasione di riscatto.

Alle 19,15, in Largo Porta Nuova, il medico e scrittore Nicola Simonetti presenterà «Voci spettinate di donne ben pettinate» (Ed. Adda), con Francesca Amatulli e Antonella Montone.

Con tono leggero, ma nello stesso tempo informato e partecipe, seguendo l’ordine alfabetico, vengono disegnati i profili e le qualità di donne passate e presenti, che hanno segnato la storia della scienza, del gusto, del costume, dell’arte e persino della cronaca mondana: da Marie Curie a Coco Chanel, da Indira Gandhi a Rania di Giordania.

Alle 22,15, in Largo Spirito Santo, sarà la volta dello scrittore bolognese Massimo Vitali: presenterà con Carlo Bosna il romanzo «Se son rose» (Ed.Sperling & Kupfer), vincitore del Premio «Bookciak, Azione!» e ispiratore del film di Marco Castaldi «Nel bagno delle donne».

Prendete la pancia di un uomo, Roversi. Aggiungete una moglie, un lavoro e novantasei chili di abitudini. Ora siate rudi: togliete la moglie, il lavoro e le abitudini. I novantasei chili, invece, chiudeteli a chiave nel bagno delle donne del cinema Corallo.

Ma sono tanti gli autori che giovedì 29 luglio, tra narrativa, saggistica, fiaba ed altri generi narrativi, illustreranno i propri libri, tra le vie del centro storico di Noci: Florisa Sciannamea («Nel liquido Paese degli Elfi»), Daniele Maria Pegorari Daniela Traversi («Il futuro in una stanza»), Lino Angiuli («Poesia vegetali/Green Poems»), Benedetta Gargano («L’invenzione della felicità»), Valentina Nuccio («Terra d’ombra bruciata»), Chicca Maralfa («I segreti di Mr. Willer»), Michele Damiani («Quasi un battito di ciglia»), Laura Marchetti («Matria»), Antonio Moschetta («Ci vuole fegato»), Giulia Ingravallo Il mio punto G. I. L’anima»), Giulia Basile («La seconda»).

La serata del 29 luglio sarà conclusa, alle 23,15 in Largo Rotolo, dal concerto «Destinazione Sud», con Zeudi, Liorsi, Mariano Casulli, Qui Quo Quattro.

Un Sud che sa esprimersi attraverso suoni e voci, in un’esibizione in cui si alternano vari cantautori, in un crescendo di emozioni, bellezza, passioni.

Fino al 1° agosto, tra i tanti, interverranno al festival letterario di Noci anche Gianfranco ViestiDavide GrittaniMassimo BrayEdoardo WinspeareAttilio RomitaPiero SistoAntonio CapraricaMaurizio De GiovanniEnrico GalianoDonatella Di PietrantonioLucia ParchitelliAnnamaria GuadagniAntimo CesaroDomenico RibattiTrifone GarganoCesareo PutignanoDomingo Iudice, Bianca Sorrentino.

Tra le novità dell’edizione 2021, gli aperitivi con l’autore, che apriranno alle 18,30 tutte le giornate, alla birreria «Attenti al luppolo», al bar Campanile, al Dehor Ristorante Dimora Intini e all’Enoteca&Bistrot Enò.  

Cinque le mostre, allestite fino al 10 agosto: «Passi falsi. Riflessioni sull’antropocene» di Nicola Genco, «Convergenze» dell’Accademia delle Belle Arti Bari (a cura di Francesca Arpino e gli artisti Davide di Lauro, Francesco Albanese, Raffaele Vitto), «#èquestoilfiore» del Consiglio Regionale della Puglia, «Esterno giorno» (Lo stato sociale della fotografia), «Mosaic of the human breakdown» di Gianmarco Costella e Rossella Ruotolo.

Cinque saranno anche i laboratori: «Disegni e parole» (percorso sulla narrazione delle immagini a cura di Florisa Sciannamea), «La lingua delle parole strampalate» (laboratorio di scrittura creativa a cura di Massimo Vitali), «Fuori la voce» (percorso di lettura ad alta voce a cura di Francesco Tinelli), «Il gioco del pensiero. Filosofia per bambini» (a cura di I.C. Pascoli – Cappuccini) e «Zebù Label» (laboratorio di serigrafia a cura dello staff Almanacco Press).

Gli altri concerti che concluderanno ogni serata, a partire dalle 23,15: «Anime salve» (tributo a Fabrizio De André), «La fata e il gabbiere» (Max Manfredi e Federico Sirianni con Luca Falomi), «Con la maglia n. 7» (omaggio in musica e parole a Francesco De Gregori e Pier Paolo Pasolini).

Modalità di prenotazione

La prenotazione è gratuita e obbligatoria per tutti gli appuntamenti, ad eccezione degli eventi «Aperitivo con l’autore» e «Vernissage mostra», per i quali è previsto ingresso libero fino ad esaurimento posti. Ci si prenota su inchiostrinoci.it o chiamando lo 080.497.84.81 (dalle 9 alle 12, e dalle 17 alle 20). Le sere del festival sarà possibile prenotare e chiedere informazioni anche all’info point. Per info e prenotazioni sui laboratori si può contattare il numero 080.889.60.09 (lunedì 17-20,30, dal martedì al sabato 9,30-13 e 17-20).

– Info e dettagli sul sito www.inchiostrinoci.it e sulla pagina evento Facebook del festival, «Chiostri, Inchiostri e Claustri».

Show More
Back to top button
error: Content is protected !!