Live News

[Report & Photo] GIO’ SADA & I BARISMOOTHSQUAD: TORNANO A CASA PER RACCONTARCI IN MUSICA IL LORO “VOLANDO AL CONTRARIO” @ Démodé Club Modugno (BA) – 10 dic 2016

Condividi

Démodé Club Modugno (BA), 10 dicembre 2016 –  Esattamente a un anno dalla vittoria del talent show di Sky, XFactor, il cantante barese Giò Sada organizza un live al Dèmodè Club di Modugno insieme alla sua band, i suoi amici di sempre, i Barismoothsquad, che ha fortemente voluto accanto a sé in questo nuovo viaggio. Numerosa l’affluenza dei fans, giunti persino da Roma, Bologna, Torino, Salerno, Napoli per il così tanto desiderato Volando al Contrario Tour. Le ore di attesa al freddo le colmano cantando di tanto in tanto i brani dell’album, pubblicato lo scorso 23 settembre.

La tappa di Bari segna sicuramente un momento importante per Giò e i suoi compagni,  perché rappresenta la dimostrazione che dopo anni di sacrifici, di gavetta, di pavimenti su cui dormire durante i tour europei, sono riusciti a realizzare uno dei loro sogni: lanciare un disco e far si che nasca con amore e cura, come frutto della loro dedizione e del tempo dedicatogli per renderlo puro e vero. E infatti è proprio cosi.

Una volta sul palco, la folla si scalda in gridi e applausi e già dalle prime note è possibile riconoscere il sound che lo contraddistingue e che si rivela in sintonia con la loro attitudine rock. Aprono prorompenti con “Sto bene anche da solo” e “Una crepa”, entrambi brani dell’album, e subito la platea si scatena alzando le braccia e colorando l’atmosfera con dei braccialetti luminosi.

La scaletta continua con un tuffo nel passato, ripescando canzoni derivanti dal loro precedente lavoro come “Il mio sguardo di te”, che il cantante dedica ai presenti,  e “How easy is to swim”. Intanto il clima è diventato quello giusto per sprigionare tutta la loro energia e per saltare a ritmo del pezzo che ha dato il nome al disco, “Volando al contrario”. Giò Sada corre da una parte all’altra del palco, dimostrando una notevole presenza scenica e cercando di avvicinarsi sempre di più al pubblico per creare un contatto, anche solo con il suo sguardo intenso .

Riesce a coinvolgere davvero tutti e si comporta da vero ” animale da palcoscenico” , come già in tanti lo hanno definito. Oltre a rilasciare una forte scossa di adrenalina, si ritaglia anche momenti più soft  in cui esplora sonorità incredibilmente intime. Imbracciando la chitarra classica, lascia cantare la sua anima, emozionandosi ed emozionando. Inserisce in tale contesto una canzone di Jonny Cash “Ring of fire”, che ha importato dal viaggio in Tennessee di qualche mese fa, “giosadizzandola”.

Tornano i suoi musicisti sul palco a infiammare chitarre, basso e batteria con altri tre brani  “Deserto”, secondo singolo lanciato il 2 dicembre, “Isola” e “Sogno Lucido”, facendo vibrare tutto il locale per la potenza e la grinta con cui si esibiscono. Di lui e della sua band si evince palesemente l’importanza di fare squadra, la professionalità e la passione che li accomuna e che li spinge a rimanere incorruttibili, non avidi di successo ma assetati di musica.

E’ il loro biglietto da visita: 5 ragazzi che credono in quello che fanno, che non dimenticano le loro origini, le abitudini, i valori, quegli stessi ragazzi che per anni, girando tra le vie di Bari, avremmo trovato vicino alla loro serranda e che sono ancora lì, e loro sono “Me and my friends”. Concludono con il brano che ha segnato il loro percorso musicale e che il pubblico richiede a gran voce, “Esser stati uomini”, all’inizio del quale vengono spruzzati dalle prime file cannoni di coriandoli argentati. E così ringraziano tutti di vero cuore, ricordando che chiunque volesse li troverà sempre  “tra i venti della nostra terra”.  

Fieri di essere a casa, a Bari: “qui dove è iniziato il vostro sogno lucido”, come gli dedicano i fan su uno striscione calato dalle transenne.

 

VIRGINIA CAPOZZI

 

Photoset by: Chiara Barile 

[masterslider id=”113″]

Credits: si ringrazia Bazinga Ticket (Ufficio Press Corrado De Belvis) per la cortese disponibilità al servizio e il Démodé Club  di Modugno  per la perfetta organizzazione dell’evento.

Review Overview

Tags
Show More
Back to top button
error: Content is protected !!
Close
Close