Inediti 2021News 2021

La band nocese ROSY LA MOUCHE pubblica il nuovo EP “Quaranta giorni”.

Condividi

Tornano sulla scena musicale locale i Rosy La Mouche, storica rock band nocese attiva dal 1997. Si intitola “Quaranta giorni” il nuovo lavoro discografico, un EP contenente sei tracce pubblicato oggi (14 giugno) in maniera indipendente su tutti i digital store e prodotto da Vinyl Sound di Niki Intini.

“Quaranta giorni” è il quinto lavoro in studio della band, composta da Adriano Laera (Voce e chitarra
elettrica); Francesco Zaccaria (Batteria); Mirko Vicenti (chitarra elettrica) e Pietro Parchitelli (Basso).

Segue infatti “Alter Ego” del 2006, “L’interruttore” del 2010 e i due EP “Liberi dentro” del 2014 e “Cattivi pensieri” del 2016.

A distanza di cinque anni la band ci regala sei nuove tracce dal sound tipico del rock italiano, caratterizzato da suoni ricercati e mai banali, che lasciano spazio ad un viaggio introspettivo in cui il protagonista dei testi si ritrova a dover combattere con convinzioni precise all’interno di un ambiente pieno di insidie.

Tra queste l’insonnia, la solitudine, la difficoltà a fidarsi delle persone, l’immaginazione che trasforma la realtà in un mondo complesso e a tratti oscuro o ancora le aspettative giovanili, deluse dallo scorrere del tempo inesorabile.

Altri spunti di riflessione riguardano l’enorme confusione nel distinguere cose futili da cose importanti, la comunicazione che non può essere autentica o ancora la necessità di distinguere chi sono i cattivi unicamente per dedurre di essere buoni.

“Quaranta giorni” nasce in un periodo socialmente difficile e difatti il titolo scelto rimanda ai giorni della
pandemia in cui ci siamo ritrovati a dover fare i conti con noi stessi.

Dalla prigionia alla voglia di cambiare angolazione per guardare da un nuovo punto di vista la vita, così come comunica la copertina del disco realizzata dal grafico Gianpiero D’Onghia.

LA TRACKLIST:
Un bicchiere di te
Una tregua
Il tempo
Più veloce della luce
Buco Nero
Gli anni migliori


Il progetto Rosy La Mouche nasce nel 1997 a Noci (Bari), con l’intenzione di dare energia nuova al rock
made in Italy, a partire dalla fusione di esperienze musicali differenti.

Fondano la band Francesco Zaccaria, il batterista, e Adriano Laera, chitarrista che in seguito diventa anche voce del gruppo.

Sono diversi i musicisti che si avvicendano, finchè entrano a far parte della band Mirko Vicenti e Pietro Parchitelli, rispettivamente chitarra e basso.

I Rosy La Mouche hanno partecipato a numerosi eventi live, tra cui il Girofestival e Sanremorock. Sono diversi i lavori in studio autoprodotti, come Alter Ego (2006), che raccoglie 14 brani; L’Interruttore (2010) che ne comprende altri 11.

Tuttavia è negli ultimi anni che la band lavora insistentemente alla ricerca di un sound diverso, giungendo alla realizzazione di due EP di 5 tracce ciascuno: Libero dentro (2014) e Cattivi pensieri (2016).

Quaranta giorni invece è l’ultimo lavoro in studio, un EP di 6 tracce pubblicato nel 2021.


FACEBOOK

Mostra di più
Pulsante per tornare all'inizio
error: Content is protected !!