IntervisteLive News

[Intervista] ZEROCAFFEINA “Non si può prescindere” finalista Premio Nazionale “MIMMO BUCCI”

Condividi

Abbiamo incontrato la Band ZEROCAFFEINA per parlarci del loro brano “Non si può prescindere” arrivato in finale al Premio Nazionale “MIMMO BUCCI” in programma il 30 gennaio 2016 al Teatro Petruzzelli di Bari.

Ciao ZEROCAFFEINA, grazie per aver concesso questa intervista a Pugliamusic. Parliamo del vostro brano “Non si può prescindere”: chi e cosa sta cambiando la musica oggi secondo voi ?
Innanzitutto grazie a voi per l’intervista! Per quanto riguarda la musica, nessuno la sta cambiando… la musica è sempre lì, sta all’artista tirarla fuori secondo il suo gusto. La musica prima di tutto è introspezione e arte. Semmai è il denaro che spesso uccide l’arte, consegnandoci tante canzonette senz’anima.

Quanto è difficile diventare una band affermata e seguita in Italia e che difficoltà incontrate giornalmente per percorrere la vostra strada?
Sinceramente non sappiamo quanto sia difficile diventare una band affermata, semplicemente perché non siamo interessati alla gloria.
Noi suoniamo prima di tutto per noi stessi! Se poi arriverà la fama, benvenga.

Quale peso date alle recensioni e l’importanza dei social-media nello startup o nella vita di una Band/cantautore?
Indubbiamente queste cose sono importanti nella vita di una band, perchè servono alla gente a stabilire un contatto con l’artista.
E’ però altresì vero che non ci si può limitare a cercare il contatto soltanto tramite le recensioni, che sono niente altro che un ritratto dell’artista, fatto da una persona terza. E’ importante ricercare l’incontro/scontro con l’artista attraverso l’ascolto delle sue canzoni.

Che tipo di impronta musicale vorreste dare alle vostre canzoni e come si differenzierebbero dalla marea di artisti che vogliono emergere?
Come già detto “emergere” , per noi, deve essere una conseguenza, non un obiettivo! Le nostre canzoni riflettono la nostra essenza, le nostre esperienze, i nostri sentimenti, con un linguaggio prevalentemente pop. Le nostre sono canzoni che raccontano la realtà che viviamo, partendo prima di tutto da noi stessi. Se emergeremo, sarà solo perchè saremo stati più bravi di altri a raccontare la nostra vita.

“Premio Nazionale Mimmo Bucci”: un palco di tutto rispetto che vedrà esibirvi. Come state vivendo questa esperienza e cosa vi aspettate da questa kermesse ?
E’ indubbiamente un grande onore poter calcare un palco così importante, il più importante fino ad ora. Per il momento siamo concentrati sulle prove per tirar fuori il meglio dalla nostra esibizione. Possiamo solo augurarci che sia un trampolino di lancio e non un punto di arrivo.

Far musica è anche un sinonimo di comunicare, cosa volete comunicare con i vostri brani e quali sono in realtà le vostre radici musicali?
Le nostre radici musicali sono così profonde e diramate che è difficile spiegare le nostre influenze. Diciamo che ci piace la musica!
Coi nostri brani non vogliamo comunicare nessun messaggio universale! Come già detto nelle nostre canzoni raccontiamo le nostre vite, quindi l’unica cosa che possiamo fare è regalare all’ascoltatore delle storie.

Un progetto a cui state lavorando, ed uno a cui vorreste presto lavorare?
Stiamo lavorando alla pubblicazione del nostro primo album, e vorremmo cominciare al più presto i lavori per il secondo e per il terzo, di cui abbiamo già le idee piuttosto chiare.

Visto che siamo in tema di musica, se la vostra vita sino ad oggi fosse una playlist di 5 brani (riduttiva, ma non voglio rubarvi troppo tempo) quali sarebbero ?
Senza dubbio la playlist, ad oggi, sarebbe la seguente: “Il Quinto Lato Del Quadrato”, “World Wild Web”, “Non Si Può Prescindere”, “ZeroCaffeina”, “Satisfiction”, “Sogno Sul Desktop”. Ovvero 5 brani del nostro primo disco.

 

Vi facciamo un gran in “bocca al lupo” per la finale del 30 gennaio e che vinca la MUSICA !!!

 

ALESSANDRO LONOCE

 

musica-bimbi-napoli Ascolta il brano in finale:

Review Overview

Tags
Show More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
error: Content is protected !!
Close
Close