[Report&Photo] STING & SHAGGY: con il loro album 44/876 ricco di contaminazioni e talento, incantano il pubblico pugliese !

Condividi

“Piazza Duomo” Trani (BAT), 4 agosto 2018 –  Sting&Shaggy un duo “complementare” che ha incantato il pubblico di Trani, accorso da tutta la Puglia, per vederli sul palco insieme con la loro carica di energia e voglia di presentare anche l’ottima musica degli anni ’70/’90 per Sting e 2000 per Shaggy.

Il live inizia poco prima delle 22:00 con la coppia più attesa dell’anno, che evidenzia subito un grande feeling, dote che solo i Grandi Artisti sanno  dimostrare, pur avendo una differenza di 17 anni di età. Si parte con Englishman in New York che con ottimi arrangiamenti si trasforma in Jamaican.

 

Quanto ai generi musicali espressi dai due, molto simili; l’evidente vicinanza dei Police al reggae, nonostante abbiano dominato nel ventennio 70-80 la scena rock inglese e con un Sting solista che ha sempre contaminato il suo sound con questo genere, risulta evidente che il duo Sting + Shaggy sia molto naturale e complementare.

La scaletta proposta dal live ha dato ampio spazio ad entrambi, seppur con “Capitan” Sting sempre al comando, ma con un Mr. Boombastic sempre pronto ai duetti e quando la situazione lo ha richiesto. Uno Shaggy sempre in contatto con il pubblico, pronto ad assecondarlo alle sue richieste di accompagnamento, movimento e cori, punti di forza dello show del giamaicano.

Due repertori distanti quasi un trentennio: Shaggy con le pietre miliari dei primi 2000: da AngelIt Wasn’t MeHey Sexy Lady e l’attesissima Boombastic; Sting che con il suo talento senza tempo, ha rispolverato i migliori brani dei suoi Police e della sua carriera artistica da solista, ma per tutti i brani  l’entusiasmo e l’euforia del pubblico è sempre stata la stessa!

Il nuovo album “44/876, il vero motivo di questa lunga tournée mondiale,  grazie al live tour, è stata totalmente rivalutata: Don’t Make Me WaitMorning Is ComingGotta Get Back My BabyDreaming in the U.S.A. e la stessa title track su tutte.

Ai piedi della sontuosa Cattedrale di Trani, che ha fatto da cornice alla piazza gremita in ogni ordine di posto, abbiamo visto uno Sting stratosferico e inossidabile che non ha perso occasione per riconfermare il suo talento ed uno Shaggy con la sua immensa personalità artistica, ha impreziosito una serata perfetta per un live impeccabile !

 

ALESSANDRO LONOCE

 

 

Scaletta

Englishman in New York (Sting cover)
44/876
Morning Is Coming
Every Little Thing She Does Is Magic
 (The Police cover)
Oh Carolina / We’ll Be Together
If You Can’t Find Love
Love Is the Seventh Wave
 (Sting cover)
Message in a Bottle (The Police cover)
Fields of Gold (Sting cover)
Waiting for the Break of Day
Gotta Get Back My Baby
If You Love Somebody Set Them Free
 (Sting cover)
Don’t Make Me Wait
Angel
 (Shaggy cover)
Dreaming in the U.S.A.
Crooked Tree
Shape of My Heart
 (Sting cover)
Walking on the Moon (The Police cover)
So Lonely (The Police cover)
Strength of a Woman (Shaggy cover)
Hey Sexy Lady (Shaggy cover)
Roxanne / Boombastic
Desert Rose
 (Sting cover)
It Wasn’t Me (Shaggy cover)
Every Breath You Take (The Police cover)
Jamaica Farewell (Harry Belafonte cover)
Fragile (Sting cover)

 

 

Gallery completa by © Alessandro Lonoce

 

 

 

Credits: si ringrazia l’ufficio press di LIVE NATION ITALIA per la gentilissima disponibilità al servizio e la perfetta organizzazione dell’evento.