[Report&Photo] PAOLA TURCI #IoSono @ Teatro Curci Barletta – 2 gen 2016

Condividi

AlessandroLonoce_PAOLATURCI_02012015_PugliaMusic_31
Il nuovo capitolo dell’intensa carriera di Paola Turci ha fatto tappa al Teatro Curci di Barletta con l’uscita di “Io sono”, un album-raccolta dei suoi brani più rappresentativi rivisitati negli arrangiamenti e nelle atmosfere, uniti a tre inediti tra cui il singolo di successo omonimo. E’ un ritorno emozionante, ed è la stessa artista romana ad ammetterlo a più riprese durante il concerto.

Accompagnata dalla sua solida e validissima band (Fernando Pantini alle chitarre, Pierpaolo Ranieri al basso, Fabrizio Fratepietro alla batteria) e supportata da un’ottima acustica e impianto luci pronti ad accogliere i suoi fans accorsi numerosi nella data pugliese del 2 gennaio 2016.

L’artista romana inizia al buio il concerto con “Ti amerò lo stesso” intonando con la sua voce calda e sensuale gestita con eleganza, per poi guidare la platea in un viaggio attraverso il suo repertorio più significativo. Lei pantalone nero e maglia nera ricca di lustrini sceglie la chiusura del brano per rivolgersi per la prima volta al pubblico con un saluto. Tra gli applausi è il momento di “Stato di calma apparente” dove le movenze riportano ad una scuola del passato, alle interpreti femminili degli anni Ottanta e Novanta. Braccia e mani disegnano nell’aria le parole delle canzoni spingendole verso la platea.

Paola Turci è semplice e diretta, e la sua musica arriva a segno; lei è emozionata e lo ammette candidamente, il pubblico entusiasta sino alla fine, tributa a lei e ai suoi musicisti la giusta ovazione. Scherza con il pubblico per il continuo inconveniente tecnico al suo  in-ear monitor (la cuffia che gli consente di ascoltare la sua voce e quella della band) che necessita in più occasioni l’intervento del tecnico di palco (back-liner)  costretto a manipolare il sui cavi da dietro la spalla (!) dando così  a Paola una inedita improvvisazione di un “sipario sexy” fuori onda.

Ritornando al concerto, nel brano “Questione di sguardi” il pubblico torna protagonista accompagnando le parole della cantante con il battito delle mani a tempo.  Il brano successivo è uno dei tre inediti dell’ultimo lavoro, “Quante vite viviamo” seguito da “Frontiera”, l’unica cover presente in scaletta, di Domenico Modugno, eseguita semplicemente con voce e chitarra.

AlessandroLonoce_PAOLATURCI_02012015_PugliaMusic_05

Passa a presentare la sua band e si scatena con l’ultimo singolo pubblicato, “Io sono”, seguita da “Saluto l’inverno” che il pubblico non si fa mancare dal cantare tra ovazioni e applausi a scena aperta. Mentre la band continua a suonare esce di scena ringraziando tutti.

Passano pochi minuti e si concede il primo bis con : “Attraversami il cuore”,  “Mi chiamo Luka” tratta dal suo primo album del 1988 eseguita con la sua acustica, “Questa parte di mondo” e “Bambini” vincitrice a Sanremo nel 1989. Ringrazia i tecnici audio e luci, nominandoli uno per uno, ringrazia il tour manager, i suoi manager, la Barley Arts, e tutti quelli che sono presenti per regalarle una grande festa.

Ma il suo pubblico con gran voce e entusiasmo chiede un’altra uscita, accontentato esce con la sua acustica ed esegue uno dei suoi cavalli di battaglia “Sai che è un attimo” !

Sono circa le 23:30 e tra i continui applausi, capaci di trattenere ancora qualche minuto la cantante sul palco che arriva sulla scaletta del palco per salutare direttamente il suo pubblico rimasto entusiasta.

AlessandroLonoce_PAOLATURCI_02012015_PugliaMusic_15

Un concerto che con semplici ed efficaci arrangiamenti hanno ottimamente accompagnato una voce ricca di sfumature e profondità. Un’artista che nel corso del tempo ha continuato a lavorare per la sua strada senza far caso alla “giostra” del successo che riesce ad illudere i più giovani “talent”; una musicista in grado di confrontarsi sempre con il contesto musicale di cui si è circondata durante tutti questi 20 e più anni di carriera, segno di una maturità raggiunta con esperienza e sacrificio che hanno confermare la sua notorietà.

 

ALESSANDRO LONOCE

 

Gallery completa:

 

Photoset by: Alessandro Lonoce

Credits: si ringrazia ParisiSpettacoli  per la gentile disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento.

Il nuovo capitolo dell’intensa carriera di Paola Turci ha fatto tappa al Teatro Curci di Barletta con l’uscita di “Io sono”, un album-raccolta dei suoi brani più rappresentativi rivisitati negli arrangiamenti e nelle atmosfere, uniti a tre inediti tra cui il singolo di successo omonimo. E’ un ritorno emozionante, ed è la stessa artista romana ad ammetterlo a più riprese durante il concerto. Accompagnata dalla sua solida e validissima band (Fernando Pantini alle chitarre, Pierpaolo Ranieri al basso, Fabrizio Fratepietro alla batteria) e supportata da un’ottima acustica e impianto luci pronti ad accogliere i suoi fans accorsi numerosi nella data pugliese del 2 gennaio 2016. L’artista romana inizia al buio il concerto…

Score

Voto Utenti : 1.03 ( 2 voti)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*