[Report&Photo] JOE SATRIANI: Il mito della Guitar Rock manda in visibilio il soldout dell’ “Anfiteatro di ponente” di Molfetta!

Condividi

“Anfiteatro di ponente” Molfetta (Ba), 21 luglio 2018 – Vedere un mito vivente della chitarra da queste parti non capita tutti i giorni, ma grazie a Bass Culture abbiamo potuto assistere ad uno dei live più coinvolgenti e di altissimo livello tecnico, direi il TOP, che quest’estate 2018 ha portato in Puglia.

 

Joe Satriani con il suo “Guitar Heroes” Tour nelle uniche 2 tappe italiane, ha portato a Molfetta uno dei più talentuosi ed originali chitarristi rock dei nostri tempi.  Con sei dischi d’oro ed altrettanti di platino, oltre 10 milioni di album venduti in tutto il mondo, 15 nominations ai Grammy ed un Grammy conquistato con l’album di debutto nella band Chickenfoot, Joe Satriani è tra i chitarristi più influenti al mondo.
Tecnicamente abile, virtuoso dello strumento, Satriani conosce ed esplora, rivisitandole, molte tecniche della chitarra elettrica, tra cui il tapping a due mani, il legato, volume swells, la pennata rapida e molte altre ancora, rendendo ogni sua esibizione una vera e propria performance. Influenzato da icone della chitarra blues-rock – come Jimi Hendrix, suo grande idolo, Eric Clapton, Jimmy Page, Jeff Beck solo per citarne alcuni – Satriani ha creato un proprio stile riconoscibile.

 

Nel 2018 esce “What Happens Next”, un disco molto personale che svela una nuova e rinata identità di Satriani, soprattutto dopo la pubblicazione di “Shockwave Supernova”, il precedente lavoro di studio. “What Happens Next” è senza ombra di dubbio il disco più rock , dinamico ed energico che Satriani abbia mai scritto, nonostante i suoi 16 album di studio, 4 dal vivo e numerosissime collaborazioni.

Un live di quasi 2 ore, senza sosta e con ritmi che il “ragazzo americano” ha impostato dal primo all’ultimo minuto in un live dove le chitarre di Joe, cambiata quasi ogni 2 brani, hanno dato lezione di tecnica e abilità di come la chitarra va suonata nel Rock.

Numerosissimi i “chitarristi” accorsi all’Anfiteatro, per  vedere dal vivo uno dei loro idoli viventi, estasiati nel vederlo e acclamandolo più volte con standing ovation e cori al loro “Jò…Jò…Jò..”  che non si è risparmiato in quanto a carica ed energia mostrata sul palco.

 

Pur non essendo un chitarrista, ma amante del Rock vero, direi che il modesto prezzo del biglietto pagato per questo live, sia valso sino all’ultimo centesimo !!

 

ALESSANDRO LONOCE

 

Gallery completa by © Alessandro Lonoce

 

 

Credits: si ringrazia l’ufficio press di Bass Culture  per la gentilissima disponibilità al servizio e la perfetta organizzazione dell’evento.