[Report&Photo] I CANOVA tornano a Bari con l’ “Avete ragione Club” @ “Demodè Club” Modugno (BA) – 20 gennaio 2018

Condividi

“Demodè Club” Modugno (BA), 20 gennaio 2018 – I Canova tornano in Puglia al Demodè Club (Modugno) per l’ “Avete ragione Club”, unica data al sud del loro tour invernale di chiusura del fortunatissimo album d’esordio  “Avete ragione tutti” (Maciste Dischi, 2016) che ha portato la band milanese indie-pop a raggiungere nell’ultimo anno grandissime soddisfazioni e risultati non immaginabili.

 

 

Aprono il concerto Luca Giura, in arte MOLLA,  un compositore, interprete e musicista poli-strumentista barese che trasmette attraverso la sua musica tanta ilarità e a seguire LA MUNICIPàL, una band formata da due fratelli leccesi, Carmine e Isabella Tundo, che presentano il loro primo disco “Le nostre guerre perdute”.

 

 

 

Dopo una playlist di attesa scelta direttamente dai Canova, salgono sul palco e infiammano il club sin da subito sulle note di “Vita Sociale”, il loro manifesto musicale, la canzone con cui hanno dominato per settimane la classifica Spotify “Top 50 Viral Italia” raccogliendo molti consensi.

Eseguono uno dopo l’altro tutti i brani del loro disco, come le amatissime “Manzarek”, “Aziz” e “La felicità” e le travolgenti “Expo”, “Portovenere”, “Brexit” e “Maradona”, intervallate però da due cover,  “Mio fratello è figlio unico” come tributo al celebre Rino Gaetano e “Chissà se stai dormendo” di Jovanotti.

A metà concerto chiamano sul palco il super ospite della serata e attesissimo dai presenti, LUCA ROMAGNOLI dei Management del Dolore Post-Operatorio, con il quale regalano una bellissima versione di “Naufragando”, uno dei pezzi più conosciuti e importanti di Romagnoli.

Poi arriva la volta dei due ultimi singoli inseriti nel “Avete ragione tutti- deluxe” (del 1 dicembre 2017): “Threesome” e “Santamaria”, di cui quest’ultima presentata per la prima volta live nelle 6 date del tour.

All’insaputa di tutti i presenti, tranne per chi spulciando sui social ne aveva già ascoltato qualche secondo, viene inserita una canzone inedita, non ancora prodotta, “Se non fossi una groupie”, che la dice lunga sul seguito femminile della band.

Concludono con il botto riproponendo “Manzarek” in amateur version e “Vita Sociale”, ringraziando il pubblico e tutti coloro che li hanno aiutati a metter su questo tour finale.

Una cosa però è certa: dopo mesi di calma apparente i Canova torneranno con qualcosa di nuovo e sincero, come sono loro, e Bari sarà sempre pronta ad accoglierli a braccia aperte.

 

VIRGINIA CAPOZZI

 

 

Gallery completa by © Alessandro Lonoce

 

 

Credits: si ringrazia l’ufficio press del Demodè Club per la gentilissima disponibilità al servizio e la perfetta organizzazione dell’evento.