[Report & Photo] VINICIO CAPOSSELA: “Entusiasma e trasforma il concerto in una grande festa per il suo pubblico” @ Teatro Team Bari – 7 mar 2017

Condividi

Teatro TeatBari, 7 marzo 2017 –Ove c’è molta luce, l’ombra è più cupa”. Vinicio Capossela parte da Goethe per dare vita alla sua performance invernale “OMBRA” – CANZONI DELLA CUPA”.

Ancora una volta, Capossela ha entusiasmato tutto il suo numeroso pubblico, assieme al quale il concerto si è trasformato in una grande festa.

Ancora una volta, la conferma che siamo in presenza di  un artista raffinato e poliedrico, che sulla scena, assieme ai suoi validi musicisti, non si risparmia.

Uno spettacolo che trasporta i presenti in una dimensione onirica e fiabesca, dove le ombre la fanno da protagoniste, grazie agli ombrografi sapientemente utilizzati.

Si fà musica, anche con strumenti antichi, si evocano melodie, suoni, colori e persino profumi del mondo rurale.

Le scenografie sono suggestive, la musica passa da melodie di sapore antico ad un suggestivo e coinvolgente etno-rock.

Infine, quando il pubblico chiede ancora musica, Capossela generosamente, sorseggiando una birra,  asseconda le richieste di un pubblico sempre più entusiasta.

 

LA SCALETTA:

Le creature della cupa – Scorza di mulo – Ol pumminale – Maddalena

La notte di san giovanni – L’angelo della luce – La bestia nel grano

Brucia troia – Vinocolo – Dimmi Tiresia – Le sirene – Parla piano

Fatalita’ – Modi’ – Corvo torvo – Scivola va via – Maraja

Sonetti/Pena dell’alma – Pettarossa – lo sposalizio di maloservizio

Il lutto della sposa – Il treno – Il ballo di san vito

 

BIS:

Signorina – Che Cossè L’Amor – Scivola vai via – ovunque proteggi

Omaggio a Enzo Del Re e a Matteo Salvatore

 

Strumenti: violini, corde, tamburi a cornice, pianoforte, il Teremin e altre diavolerie

 

PALMA BRUNO

 

 

Gallery completa by © Alessandro Lonoce

 

 

Credits: si ringrazia Parole&Dintorni  per la gentilissima disponibilità al servizio.

Teatro TeatBari, 7 marzo 2017 - “Ove c’è molta luce, l’ombra è più cupa”. Vinicio Capossela parte da Goethe per dare vita alla sua performance invernale “OMBRA” - CANZONI DELLA CUPA". Ancora una volta, Capossela ha entusiasmato tutto il suo numeroso pubblico, assieme al quale il concerto si è trasformato in una grande festa. Ancora una volta, la conferma che siamo in presenza di  un artista raffinato e poliedrico, che sulla scena, assieme ai suoi validi musicisti, non si risparmia. Uno spettacolo che trasporta i presenti in una dimensione onirica e fiabesca, dove le ombre la fanno da protagoniste, grazie agli…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !