[New Video] PAKY: è uscito il 2 giugno il videoclip di “ PAROLE A META’ ”, un racconto autobiografico che pone all’attenzione dell’ascoltatore il problema di linguaggio, la balbuzie

Condividi

È uscito il 2 giugno il videoclip di “Parole a metà”, secondo singolo estratto dal primo Ep di Paky, “Attimi” pubblicato il 10 febbraio dall’etichetta Hydra Music.

Dopo “Campagnolo” il giovane bitontino torna a raccontare se stesso in un brano autobiografico che più degli altri lo rappresenta, come lui stesso ha dichiarato.

La passione per la musica e la scrittura ha condotto Paky a descrivere la realtà della sua vita in canzoni che potessero racchiudere emozioni, sensazioni, paure, e gioie che caratterizzano il percorso di ogni persona alla ricerca della propria vocazione. Affetto sin da sempre da balbuzie ha scoperto che attraverso il canto aveva la possibilità di sconfiggere quello che da sempre ha vissuto come un limite.

*****************************************************

L’INTERVISTA DI HYDRA MUSIC A PAKY PER L’USCITA DEL VIDEOCLIP “PAROLE A META’”

In occasione dell’uscita del videoclip di Paky “Parole a metà”abbiamo qualche domanda al giovane bitontino, che lo scorso 10 febbraio ha pubblicato il suo album d’esordio “Attimi” con Hydra Music.

Ciao Paky, il 10 febbraio è uscito il tuo primo album “Attimi”, oggi, a distanza di qualche mese esce il videoclip di “Parole a metà”. Sei un treno in corsa! Come sei giunto a questo nuovo traguardo?

Pensando al mio disco, al lavoro che ho fatto fino a questo momento, il video di Parole a metà è ciò che meglio mi rappresenta. Ho tentato di esprimere al meglio il significato del brano che ritengo essere in un certo senso la mia copertina.
Questa canzone, che ad un ascolto non attento potrebbe non essere capita per quello che e il suo vero senso, grazie alle immagini mi aiuta a dire e a raccontare chi sono e il perché ho intrapreso questa strada.

Raccontaci come è nata l’idea del video, la scelta della location e qualche curiosità sulla realizzazione. Senti di dover ringraziare qualcuno?

 L’idea del video, sicuramente non facile da realizzare, nasce però in maniera molto spontanea e naturale dettata dalla realtà e da circostanze effettivamente vissute, come la scena iniziale nel bar. La location, semplice, è volutamente vicina  al mio quotidiano per rendere ancora meglio la veridicità del mio racconto.  Ringrazio tutti gli amici che compaiono nel video e che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto. 

Come mai hai scelto proprio “Parole a metà” per realizzare il videoclip?

Dopo Campagnolo, era necessario che il pubblico potesse conoscermi davvero. Come già detto, la canzone “Parole a metà” mi racconta in toto, mette a nudo la mia essenza e il perché ho deciso di parlare attraverso la musica.

Tu stesso hai dichiarato che l’album “Attimi”, nasce da un “pensiero fisso” , dalla volontà di comunicare e raccontare attraverso la musica, frammenti di vita che segnano la strada e il cuore degli uomini. Pensi di essere riuscito in questo intento?

Mi auguro di sì.  Mi piacerebbe sapere cosa pensano le persone, vorrei che molti ascoltassero la mia musica non perché ho la presunzione di pensare che sia bella, ma perché di sicuro contiene un messaggio vero che sono convinto possa essere condiviso da molti.

Parliamo un po’ dei tuoi progetti futuri. Per rimanere in casa, c’è un artista nel panorama pugliese con il quale ti piacerebbe collaborare?

Mi piacerebbe realizzare una collaborazione con Daniele Lanave, giovane emergente come me, e non nascondo che sogno di poter condividere il palco con artisti come Negramaro, Moda’ ecc..

Prossimi appuntamenti da segnalare?

Attualmente sono in cantiere diverse situazioni tra concorsi e serate live. Di recente mi sono esibito in occasione di un importante evento a Rossano Calabro e prossimamente  tornerò in Calabria per un’ altra manifestazione. Potrebbero esserci presto tante novità circa eventi ed esibizioni dal vivo.

 

*****************************************************

Biografia completa dell’artista sul sito: Hydramusic.it

È possibile anche acquistare la copia fisica del CD dallo store Hydra Music: Hydramusic.it/dstore

 

 

Il brano, registrato presso lo studio di registrazione “Walk in Sound Records” di Giuseppe Sammarone a Margherita di Savoia