[Intervista: Premio “Mimmo Bucci”] KEPLERO con il loro “frammenti” per un’esperienza da vivere al massimo

Condividi

Abbiamo incontrato la Band KEPLERO per parlarci di loro del loro brano “Frammenti” arrivato in finale al “Premio Nazionale MIMMO BUCCI” in programma il 5 febbraio 2017 al Teatro Petruzzelli di Bari.

 

BIOGRAFIA

I Keplero sono una band di Foggia, formata da:
Sergio Valerio (vocals & guitar), Nico Ciuffreda (keyboards, synth), Luca d’Altilia (bass,), Costantino Martino (drums).

La band subisce diversi riassetti : la formazione vede l’alternarsi di due chitarristi (Alberto Tappi nell’iniziale formazione, Gianluca Grazioli che subentrerà successivamente). Nel 2014 unitamente ad un numero spropositato di live, pubblicano il loro primo Ep “Keplero” dalle sonorità indie-rock, cantato rigorosamente in lingua inglese. Il 2015 sarà un anno molto prolifico per loro. Partecipano infatti al contest barese per band emergenti “Essere Perfetto” , portandosi a casa il primo posto tra numerosissime band della Puglia e non solo. Si aggiudicano così la produzione di un Ep in collaborazione con l’etichetta discografica “Otium Records” e con lo studio di produzione “OWT Garage sound”. Partecipano e vincono nell’estate 2015 il premio Morris Maremonti tenutosi in Polignano a mare, che da loro la possibilità di partecipare all’ evento di musica indipendente più importante della penisola, il MEI di Faenza, tenutosi ad Ottobre 2015. Inoltre, hanno la possibilità di salire sul prestigioso palco de “L’acqua in testa festival” presso la Fiera del Levante a Bari, esibendosi al fianco di altri numerosi artisti provenienti dalla scena musicale italiana ed internazionale (tra cui Ghostpoet, Subsonica). Nel 2016 così pubblicano il loro secondo Ep “Vanità microscopica” un lavoro definito da alcuni più maturo e dalle intensità sonore più consistenti, nel quale Sergio per la prima volta sperimenta la scrittura dei brani anche in italiano.

 

Come avete saputo del “Premio Nazionale” e perchè avete deciso di partecipare ?

-Ciao Alessandro, siamo venuti a conoscenza di questo premio proprio grazie a “mamma” Pugliamusic, che ormai è uno dei nostri riferimenti nella ricerca di eventi destinati a gruppi emergenti. Abbiamo deciso di prender parte alla selezione, sognando di portare la nostra musica in uno dei teatri più belli d’Italia …bhé questo sogno si sta avverando 😉

 

Parliamo del vostro brano “Frammenti”: perchè questa scelta e di cosa parla il brano?

– Frammenti  un pezzo con il quale abbiamo un rapporto molto intimo e profondo. Tra i brani del nostro Ep “Vanità microscopica“, inoltre  quello maggiormente apprezzato sia in termini di sound, sia per quanto riguarda la forma del testo. Frammenti, scritto da Sergio Valerio (colui che stai intervistando) in memoria di Piera (sua nonna)  una lettera di addio, ricolma di immagini e ricordi d’infanzia, ma anche riferimenti molto forti sul tema della solitudine che spesso i nostri cari, ormai anziani, sono costretti a vivere ogni giorno. Il brano comincia con una citazione di John Banville “I ricordi battono dentro di me come un secondo cuore”, frase che mi colpì a tal punto, in quel momento di lutto, che mi spinse a scrivere questo testo.

 

Che tipo di impronta musicale vorreste dare alle vostre canzoni e come si differenzierebbero dalla marea di artisti che vogliono emergere?

– Spesso ci imbattiamo in “canzoni che non hanno un testo”, nonostante abbiano bellissimi sound e arrangiamenti. E’ proprio su questo che ci vogliamo impegnare, dare rilievo al messaggio, alle parole, che deve essere la priorità, in un momento musicale in cui le canzoni non parlano pi di niente , e i problemi sembrano quasi scomparsi dai testi.

 

“Premio Nazionale Mimmo Bucci”: un palco di tutto rispetto che vedrà esibirvi  per la prima volta. Come state vivendo questa esperienza e cosa vi aspettate da questa kermesse, da un punto di vista professionale e personale?

– Come tutte le “prime volte” che si rispettino, questa  un’esperienza da vivere al massimo. Siamo consapevoli del fatto che non capita tutti i giorni di potersi esibire in teatri del genere, per cui siamo estremamente eccitati, ma anche concentrati a voler sfruttare questa occasione unica.

 

Far musica  anche sinonimo di comunicare, cosa volete comunicare con i vostri brani?

-Le nostre canzoni sono frutto di esperienze personali e di riflessioni su vari aspetti delle nostre vite. Ci piace giocare con le parole, facciamo spesso riferimento ai messaggi e simboli dei grandi maestri della letteratura. Come già ho anticipato prima, diamo molto peso alle parole e il nostro intento  quello di comunicare qualcosa di sincero e diretto, in un mondo musicale in cui spesso l’uso della parola  finalizzato solamente a vendere dischi.

 

Un progetto a cui state lavorando, ed uno a cui vorreste presto lavorare?

– Stiamo lavorando su un nuovo Ep che presto pubblicheremo, dal sound abbastanza differente rispetto ai precedenti. Questa volta ci siamo cimentati in un live-Ep registrando una nostra live-session audio-video di ispirazione “Radiohediana”, proprio per dare una dimensione diversa ai nostri brani. Non voglio aggiungere altro, basterà seguirci nei prossimi giorni :-).

 

GRAZIE A TUTTA LA REDAZIONE DI PUGLIAMUSIC ED ALESSANDRO IN PARTICOLARE! KEPLERO

 

Intanto vi facciamo un gran in “bocca al lupo” per la finale del 5 febbraio e che vinca la MUSICA !!!
ALESSANDRO LONOCE

Abbiamo incontrato la Band KEPLERO per parlarci di loro del loro brano “Frammenti” arrivato in finale al “Premio Nazionale MIMMO BUCCI” in programma il 5 febbraio 2017 al Teatro Petruzzelli di Bari.   BIOGRAFIA I Keplero sono una band di Foggia, formata da: Sergio Valerio (vocals & guitar), Nico Ciuffreda (keyboards, synth), Luca d’Altilia (bass,), Costantino Martino (drums). La band subisce diversi riassetti : la formazione vede l'alternarsi di due chitarristi (Alberto Tappi nell'iniziale formazione, Gianluca Grazioli che subentrerà successivamente). Nel 2014 unitamente ad un numero spropositato di live, pubblicano il loro primo Ep "Keplero" dalle sonorità indie-rock, cantato rigorosamente in lingua inglese. Il 2015 sarà…

Score

Voto Utenti : 4.45 ( 1 voti)